CORPO GUARDIE DI CITTA'
AZIENDA CERTIFICATA
DAL 2012


ISTITUTO DI VIGILANZA
CON N 3 SECURITY_MANAGER CERTIFICATI_UNI_10459:2017



Meteo Toscana




Press area e News

condividi su :



NEWS
13/04/2022 - 13/04/2022
Guardie di Città dona agli alunni delle elementari le Pigotte Unicef per sostenere i bambini Ucraini
L’ultimo giorno di scuola prima della pausa pasquale per molti studenti è comunque una bella mattinata; lo è stato in particolare per due classi, una prima e una seconda elementare della scuola primaria “Nicola Pisano”, nel comprensivo “L. Fibonacci”. I bambini (con mascherina) hanno accolto una piccola delegazione (tutti con mascherina) composta da: Giuseppe De Benedittis, Presidente di Unicef Pisa, Anna Michelotti, una studentessa di Scienze per la Pace tirocinante per Unicef e Simone Romoli, responsabile di Area Pisana Confesercenti Toscana nord.
Scopo dell’incontro: presentare le bambole Pigotte appena fatte pervenire ai bambini (e famiglie) delle due classi, da parte di Mariano Bizzarri Ollandini, Presidente del Corpo Guardie di Città.
Giuseppe De Benedittis ha introdotto con parole semplici l’attività di Unicef, dagli anni in cui è stato costituito (dopo la 2° Guerra Mondiale) per sostenere i bambini d’Europa e d’Italia vittime delle vicende di guerra. L’attività di Unicef è poi continuata a sostegno dei bambini vittime di calamità, guerre, carestie in tutto il mondo e oggi è rivolta anche ai bambini rimasti soli a causa della guerra, in Ucraina, nei paesi confinanti e nell’Italia stessa, dove si stanno rifugiando.
Un compito di Unicef in Italia, ha spiegato il Presidente, è informare le persone e in particolare i bambini e gli adolescenti e, attraverso di loro le famiglie, di quanto può essere fatto per aiutare i tantissimi bambini in difficoltà nel mondo, conducendo così le persone a trovare dentro di sé il proprio lato solidale e generoso che li porti a fare donazioni che, attraverso Unicef, arrivino, sotto forma di aiuti appropriati, dove questi servono.
Le Pigotte (bambole di pezza realizzate con amore da volontarie UNICEF) sono nate per questo scopo: per essere “adottate” dietro un’offerta, in modo che, con il ricavato, Unicef possa acquistare cibo e medicinali e altri generi di prima necessità da portare in loco per salvare la vita ai bambini in pericolo. “ Per ogni Pigotta adottata, una vita è salvata ” recita un ormai famoso slogan.
I bambini della prima A, in Via Lalli e della seconda A, in Piazza S.Francesco, hanno mostrato di seguire con grande interesse gli interventi del Presidente di UNICEF Pisa, interrompendolo spesso, con evidente suo grande piacere, con domande o proposte.
C’è stata, per esempio, una bambina di seconda che ha alzato la mano e ha detto: “Ma perché, invece di fare la guerra, non si siedono tutti intorno a un tavolo e, insieme, decidono di fare la pace?” Non è splendido?
Non c’è dubbio: è nei nostri figli la speranza per un mondo migliore!
A conclusione della bella mattinata il Presidente di UNICEF Pisa ha espresso i suoi ringraziamenti al Corpo Guardie di Città e al suo Presidente Mariano Bizzarri Ollandini per la generosa e sincera adesione ai programmi e agli interventi di UNICEF: “L’offerta fatta all’Unicef per 50 bambole Pigotte, donate dal Corpo Guardie di Città ai bambini della scuola primaria Nicola Pisano, consente a questi e alle loro famiglie di accogliere e diffondere, con l’adozione delle bambole, il messaggio di solidarietà e di pace che esse portano con sè. Ci auguriamo che altre realtà del territorio traggano ispirazione e stimolo da questa iniziativa”.
Il Comitato UNICEF di Pisa ricorda inoltre che per partecipare al progetto, con donazioni di qualsiasi importo, si potrà utilizzare con causale “ Emergenza Ucraina ”: l’Iban IT16Q0103014000000004018837 intestato a Comitato italiano per l'UNICEF, Fondazione Onlus, Comitato di Pisa; oppure, con carta di credito, la Rete del Dono: https://www.retedeldono.it/it/comitato-unicef-pisa/emergenza-ucraina
Simone Romoli, anch’egli intervenuto a parlare con i bambini del contributo di tanti esercizi commerciali all’iniziativa Unicef, ha poi commentato l’esperienza della giornata: “… è stato come un tuffo nel passato! Mi hanno sinceramente emozionato l'attenzione con cui i bambini seguivano le spiegazioni e le domande pertinenti che ci sapevano rivolgere. Un grazie va al Corpo Guardie di Città che ha saputo estendere al mondo della scuola l’adesione di Confesercenti a Unicef e all’iniziativa: "Adotta una Pigotta" che vedrà così coinvolti numerosi esercizi commerciali in cui si potranno trovare le Pigotte Unicef, disponibili per l'adozione.
Dove? A Pisa presso: Hamburgeria Agricola Toscana, BluBay Ford, Erili Viaggi, Emporio Armani e Borghetto 25 ; a Tirrenia da: Sport Style; a Marina di Pisa da: Magie Noir. E poi a Vecchiano: da Bimbi Stellari; e a Mezzana presso La Bottega del Goloso e il Macinapepe. A Visignano da: Fantasie Floreali; e a Cascina da Officina 23. A Pontedera: nella Pizzeria Aurilio e da: Un, Due e Tre Stella”.
Questo giorno sarà certamente ricordato a lungo da bambini, maestre e Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo “Fibonacci”, ma anche dai tre visitatori. È proprio grazie a piccole-grandi iniziative come questa che al messaggio degli Auguri Pasquali di rinascita, speranza e gioia, si viene ad associare l’auspicio di una rinnovata vita più serena, in cui siano superati i momenti di dolore del nostro presente.

Link correlati
stampa